“VEGLIATE! FATE ATTENZIONE!” (Mc 13,33)

In questo brano di Marco sentiamo che Gesù vuole indirizzare il nostro sguardo e il nostro cuore al futuro, ci sprona a prendere in mano la nostra vita.
Ci accorgiamo che a volte siamo come assopiti, rischiamo di vivere la nostra quotidianità come se avessimo un velo davanti agli occhi, condizionati da ciò che ci sembra importante, necessario, e perdendo di vista la realtà essenziale.
Allora questo “Vegliate!” risuona in noi come un richiamo che ci invita a ripartire dall’amore, dal prenderci cura anche solo della natura che ci circonda rispettandola e non solo sfruttandola, prenderci cura del nostro prossimo accogliendo e ascoltando senza giudizio. Certo il colpo di sonno è sempre in agguato e allora la sosta migliore può essere proprio aprire il Vangelo.

Stefania e Paolo